A Stefano ricetta Serena da MasterChef 4

Un secondo piatto molto fine e ricercato dai sapori intensi quello che ci ha proposto Serena, concorrente della quarta edizione della trasmissione di cucina di Sky dal titolo Masterchef. Serena, infatti, sotto lo sguardo attento degli inflessibili giudici di gara di Masterchef 4, cioè Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich, ha cucinato un secondo piatto a base di filetto di manzo accompagnato da del prosciutto crudo e dei peperoni, con un leggero accento piccante dato dal peperoncino.

Masterchef 4 - ricetta A Stefano di Serena
Foto tratta dalla trasmissione di cucina Masterchef 4 in onda su Sky

Ecco quindi nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione di questo appetitoso piatto dal titolo A Stefano proposta per noi nel corso della trasmissione di cucina dal titolo MasterChef in onda su Sky!

Durata ricetta A Stefano: 30 min

Ingredienti per 4 persone

  • filetto di manzo, 4 da 100 gr
  • prosciutto crudo, 100 gr
  • peperoni, 2
  • peperoncino, 2
  • cipolla di tropea, 1
  • aglio, 2 teste
  • sale
  • olio evo
  • pepe nero

Procedimento della ricetta A Stefano da MasterChef

Sbucciamo i peperoni, tritiamoli con aglio, una cipolla, sale e pepe. Rosoliamo le cipolle e poi caramellandole con aceto balsamico.

Lardelliamo il filetto, cuociamolo 5 minuti per lato, lasciamo riposare sollevato. Serviamo avvolgendo il filetto nel prosciutto crudo e condiamo con sale e pepe.

Se la ricetta “A Stefano” tratta dal programma tv “MasterChef 4” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.

Check Also

Geo - ricetta Tortelloni fritti ai funghi di Alessandra Bazzocchi

Geo | Tortelloni fritti ai funghi ricetta Alessandra Bazzocchi

Ingredienti, procedimento e video della ricetta Tortelloni fritti ai funghi di Alessandra Bazzocchi per la trasmissione Geo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.