Masterchef 6 | Araba Fenice – La Resurrezione ricetta Mariangela Gigante

L’aspirante chef amatoriale Mariangela Gigante, che ha partecipato come concorrente alla sesta edizione della trasmissione di cucina di Sky dal titolo Masterchef condotta dai quattro insuperabili giudici (Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich), nella quintamistery box della stagione ha dovuto preparare una ricetta utilizzando 10 ingredienti scelti a piacere dalla persona la cui statuetta era collocata all’interno della scatola. Mariangela ci ha proposto la buonissima ricetta di un gustoso primo piatto di pasta fresca ripiena a base di quaglia e salame di fegato di cui troverete ingredienti e procedimento scritti qui di seguito mentre, qui sotto, trovate l’immagine del piatto servito in tavola e sottoposto al giudizio dei 4 giudici di MasterChef 6. Il piatto di Mariangela è stato giudicato dai giudici come uno dei tre migliori piatti di questa difficile prova.

Masterchef Italia 6 - ricetta Araba Fenice - La Resurrezione di Mariangela Gigante
Foto tratta dalla trasmissione di cucina Masterchef Italia 6 in onda su SKY

Ecco quindi nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione di questo appetitoso piatto dal titolo Araba Fenice – La Resurrezione proposta per noi da Mariangela Gigante nel corso della trasmissione di cucina dal titolo Masterchef Italia 6 in onda su Sky!

Durata ricetta Araba Fenice – La Resurrezione: 45 min

Ingredienti per 4 persone

  • Farina 0, 400 g
  • Uova, 4
  • Quaglie, 4
  • Arancia, 1
  • Vino bianco, 1 dl
  • Salame di fegato, 200 g
  • Cipolla, 1 grossa
  • Pomodori ciliegino, 10
  • Piselli, 60 g
  • Ciliegie candite, 4
  • Curcuma
  • Alloro, 2 foglie
  • Prezzemolo, 1 ciuffetto
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe

Procedimento della ricetta Araba Fenice – La Resurrezione da Masterchef Italia 6

Lavoriamo le uova con la farina fino a ottenere un impasto liscio. Lasciamolo riposare avvolto nella pellicola trasparente. Nel frattempo, disossiamo le quaglie, laviamole accuratamente e ricaviamone i petti.

Mettiamoli in una padella con un filo d’olio, bagniamo con il succo dell’arancia e insaporiamo con un cucchiaino di curcuma e qualche pezzetto di scorza dell’agrume. Regoliamo di sale e pepe, sfumiamo con il vino e cuociamo per una decina di minuti.

Sbucciamo e tagliamo a fette sottili il salame di fegato, poi riduciamolo in piccoli pezzi. Sbucciamo e tritiamo mezza cipolla, facciamola soffriggere in una padella con poco olio, quindi aggiungiamo il salame e l’alloro e lasciamo rosolare brevemente.

Soffriggiamo in olio in un’altra padella la cipolla rimasta tritata, uniamo i pomodori tagliati in quarti, i piselli e il prezzemolo. Cuociamo per una decina di minuti, poi eliminiamo il prezzemolo.

Sminuzziamo i petti di quaglia e mescoliamoli in una ciotola con della scorza d’arancia grattugiata e le ciliegie tagliate a pezzi molto piccoli. Stendiamo l’impasto molto sottile e utilizzando un coppapasta ricaviamo dei piccoli cerchi.

Adagiamo una piccola quantità di farcia di quaglia sui cerchi e chiudiamoli a cappelletto, piegandoli prima a metà e poi risvoltando le due estremità verso il centro. Premiamo bene per sigillarli. Cuociamo i cappelletti per pochi minuti in abbondante acqua bollente salata e scoliamoli.

Condiamo i cappelletti con poco sugo di salame, poi distribuiamoli nei piatti in una fila unica. Completiamo disponendo i pomodorini con i piselli e il restante sugo di salame perpendicolarmente.

Se la ricetta “Araba Fenice – La Resurrezione” tratta dal programma tv di cucina Masterchef 6 vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.

Post suggerito

Giusina in cucina - ricetta Cassata al gelo di limone di Giusina Battaglia

Giusina in cucina | Cassata al gelo di limone ricetta Giusina Battaglia

Ingredienti, procedimento e video della ricetta Cassata al gelo di limone di Giusina Battaglia per la trasmissione di cucina Giusina in cucina su Food Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.