Masterchef 6 | Esodo ricetta Mariangela Gigante

L’aspirante chef amatoriale e concorrente di MasterChef 6 Mariangela Gigante, dopo la prova mistery box incentrata sulla preparazione di piatti utilizzando ingredienti definiti sex killer, cioè ammazza passione, per l’invention test utilizzando come ingredienti della ricetta scampi, pesce San Pietro, mandorle, pane in cassetta, dragoncello, liquirizia, pomodori, rapa bianca e arancia (ingredienti di un piatto dello chef stellato Heinz Beck scelti da Valerio vincitore della mistery box), ci ha proposto la buonissima ricetta di un antipasto di pesce di media difficoltà dal titolo Esodo di cui troverete ingredienti e procedimento scritti qui di seguito mentre, qui sotto, trovate l’immagine del piatto servito in tavola e sottoposto al giudizio dei 4 giudici (Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich) di MasterChef 6.

Esodo ricetta Mariangela Gigante da Masterchef Italia 6
Foto tratta dalla trasmissione di cucina Masterchef Italia 6 in onda su SKY

Ecco quindi nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione di questo appetitoso piatto dal titolo Esodo proposta per noi da Mariangela Gigante nel corso della trasmissione di cucina dal titolo Masterchef Italia 6 in onda su Sky!

Durata ricetta Esodo: 45 min

Ingredienti per 4 persone

  • Pesce San Pietro, 1
  • Scampi, 12
  • Arance, 2
  • Pane in cassetta, 2 fette
  • Mandorle, una manciata
  • Rape, 2
  • Pomodori, 4 piccoli
  • Cipolla bianca, 1
  • Liquirizia in polvere
  • Dragoncello, 4 rametti
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe nero

Procedimento della ricetta Esodo da Masterchef Italia 6

Puliamo il pesce, privandolo delle interiora ma conservando le teste e gli scarti, poi sfilettiamolo ricavandone 2 filetti, sciacquiamoli e asciughiamoli. Sgusciamo gli scampi, conservando le teste e gli scarti. Soffriggiamo teste e scarti di pesce e crostacei in poco olio, aggiungiamo l’acqua necessaria a coprirli a filo e portiamo a ebollizione.

Mettiamo a marinare gli scampi con olio, sale, pepe e il succo di un’arancia. Spolverizziamo le fette di pane con poca liquirizia, poi facciamole tostare in forno per pochi minuti, infine tagliamole a quadratini. Tostiamo in forno anche le mandorle. Tagliamo l’altra arancia a fettine sottili e passiamo anch’esse in forno molto caldo per pochi minuti.

Sbollentiamo le rape in acqua salata, quindi scoliamole e peliamole. Frulliamo le rape con l’olio necessario a ottenere una crema densa e regoliamo di sale e pepe. Sbollentiamo i pomodori dopo averli incisi sul dorso. Scoliamoli e immergiamoli in una ciotola con acqua fredda, quindi peliamoli.

Mettiamo i pomodori in una teglia, condiamoli con un filo d’olio, sale e pepe, poi passiamoli per pochi minuti in forno a 180-200°C. Puliamo e tritiamo la cipolla, facciamola soffriggere in una padella con poco olio e aggiungiamo il dragoncello.

Uniamo anche i filetti di San Pietro e cuociamo per pochi minuti, rigirandoli e versando qualche cucchiaio del brodo preparato con gli scarti. Sgoccioliamo il pesce giunto a cottura e tritiamolo grossolanamente, conservando intero il dragoncello. Riduciamo in tartare gli scampi.

Distribuiamo al centro dei piatti un cucchiaio abbondante di crema di rapa. Utilizzando un coppapasta rotondo, creiamo di lato dei medaglioni con il pesce e adagiamo sopra il dragoncello e le mandorle sminuzzate. Appoggiamo di fianco i pomodori, i quadratini di pane e le fettine di arancia, completando con la tartare di scampi in una piccola ciotola a parte, che andrà ad accompagnare il pane alla liquirizia.

Se la ricetta “Esodo” tratta dal programma tv di cucina Masterchef 6 vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.

Check Also

Cotto e mangiato - Fregola con asparagi e cozze ricetta Tessa Gelisio

Cotto e Mangiato | Fregola con asparagi e cozze ricetta Tessa Gelisio

Ingredienti, procedimento e video della ricetta Fregola con asparagi e cozze di Tessa Gelisio per la trasmissione di cucina Cotto e Mangiato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.