<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-2153319944267299", enable_page_level_ads: true }); </script>

Masterchef 7 | Marinare ma non la scuola ricetta Ludovica Starita

L’aspirante chef amatoriale Ludovica Starita, che ha partecipato come concorrente alla settima edizione della trasmissione di cucina di Sky dal titolo Masterchef condotta dai quattro insuperabili giudici (Antonino Cannavacciuolo, Antonia Klugmann, Bruno Barbieri e Joe Bastianich), nella settima mistery box della stagione avente come tema la marinatura trovando, sotto la scatola, alcuni prodotti con cui poter marinare gli alimenti fuori dalla Mystery Box (canocchie, sottofesa di manzo, nasello, sedano rapa, melanzane, ananas, peperone, pomodori, cetrioli, zucchina), ha preparato un secondo piatto di pesce utilizzando le cicale di mare e dei pezzi di nasello tagliati a cubetti e serviti con dei cubetti di ananas, il tutto completato con maggiorana e acqua di pomodoro.

Masterchef Italia 7 - ricetta Marinare ma non la scuola di Ludovica Starita

Foto tratta dalla trasmissione di cucina Masterchef Italia 7 in onda su SKY

Ecco quindi nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione di questo appetitoso piatto dal titolo Marinare ma non la scuola proposta per noi da Ludovica Starita nel corso della trasmissione di cucina dal titolo Masterchef Italia 7 in onda su Sky!

Durata ricetta Marinare ma non la scuola: 45 min

Ingredienti per 4 persone

  • Nasello, 2
  • Cicale di mare, 8
  • Miele, 1 cucchiaio
  • Limone non trattato, ½
  • Maggiorana, 1 rametto
  • Pomodoro, 3
  • Zenzero, 1 radice
  • Timo, 1 rametto
  • Ananas, 4 fette
  • Zucchero di canna, 10 g
  • Aceto di mele
  • Salsa di soia
  • Olio evo
  • Sale
  • Pepe

Procedimento della ricetta Marinare ma non la scuola da Masterchef Italia 7

Puliamo, evisceriamo e sfilettiamo il nasello. Lasciamo marinare i filetti in una boule con un filo di aceto di mele, un cucchiaio di miele e qualche foglia di maggiorana.

In un’altra boule disponiamo abbondante olio evo, la scorza grattugiata di mezzo limone, un piccolo pezzo di zenzero grattugiato, una presa di sale, qualche foglia di timo e la polpa delle cicale di mare, precedentemente pulite e private del carapace, per 10-15 minuti.

Ricaviamo dei cubetti di piccole dimensioni dall’ananas e mariniamoli in una boule con un filo di salsa di soia e un cucchiaino di zucchero di canna per 10 minuti. Riscaldiamo un filo di olio evo in una padella, rosoliamo l’ananas per 5 minuti con la salsa di soia fino a quando non diventa caramellato e rimuoviamo.

Estraiamo con l’ausilio di una centrifuga il succo di pomodoro e lasciamolo ridurre in un pentolino con un pizzico di sale. Nel frattempo, cuociamo i filetti di nasello scolati della marinatura al vapore per 5 minuti.

Impiattiamo in un cappello del prete i cubetti di ananas, le cicale di mare e il filetto di nasello tagliato a cubetti. Decoriamo con una foglia di maggiorana e versiamo l’acqua di pomodoro poco prima di servire.

Se la ricetta “Marinare ma non la scuola” tratta dal programma tv di cucina Masterchef 7 vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni. Per aiutarci a crescere e a continuare a fornirti ricette interessanti e gustose ti chiediamo la cortesia di disabilitare Adblock solo per il sito Cucina in Tv.

L’aspirante chef amatoriale Ludovica Starita, che ha partecipato come concorrente alla settima edizione della trasmissione di cucina di Sky dal titolo Masterchef condotta dai quattro insuperabili giudici (Antonino Cannavacciuolo, Antonia Klugmann, Bruno Barbieri e Joe Bastianich), nella settima mistery box della stagione avente come tema la marinatura trovando, sotto la scatola, alcuni prodotti con cui ...

Review Overview

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia il tuo voto!

User Rating: Be the first one !
0

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.