Eclair ricetta Dolci dopo il Tiggì

Su indicazione del giudice di gara del match odierno, la simpaticissima maestra di cucina Ambra Romani, ha proposto ai due concorrenti in gara, le bravissime aspiranti pasticcere Spampinato e Buti, di preparare un dolce famosissimo, l’eclair, un dolce realizzato con pasta choux, glassa al cioccolato e farciti con crema pasticcera.

Eclair ricetta Dolci dopo il Tiggì
Foto tratta dalla trasmissione di cucina Dolci dopo il Tiggì in onda su Rai Uno

Ma vediamo nel dettaglio adesso gli ingredienti utilizzati e il procedimento adottato per preparare questa buonissima e deliziosa ricetta dal titolo Eclair di cui vi forniamo, a fine post, anche il video per non perdervi neanche un passaggio di questa interessante ricetta.

Durata ricetta Eclair: 60 min

Ingredienti

Per la pasta choux:

  • 210 g di acqua
  • 170 g di uova intere
  • 90 g di margarina
  • 90 g di farina debole
  • 1 g di lievito
  • un pizzico di sale

Per la glassa al cioccolato:

  • 130 g di cioccolato fondente
  • 250 g di acqua
  • 125 g di panna
  • 70 g di zucchero semolato

Per la glassa bianca e gialla:

  • 450 g di zucchero a velo
  • 90 g di albumi
  • qualche goccia di limone
  • 3/4 bustine di zafferano

Per la farcitura:

  • 400 g di crema pasticcera

Per la decorazione:

  • perline argento q. b.
  • meringhette q. b.
  • riccioli di cioccolato q. b.
  • lamponi o ribes q. b.
  • menta fresca q. b.

Procedimento della ricetta Eclair

Prepariamo l’impasto per gli éclairs: versiamo l’acqua, il pizzico di sale in una casseruola abbastanza capiente perché poi dovrà contenere la farina. Poggiiamo sul fornello a fiamma media e uniamo il grasso freddo di frigorifero ma tagliato in piccoli cubetti tutti regolari in modo da facilitarne lo scioglimento. Portiamo al bollore assicurandosi che il grasso si sia perfettamente sciolto. Nel frattempo, setacciiamo la farina.

Al bollore, versiamola tutto in un colpo dentro la casseruola rimestando vigorosamente con un cucchiaio di legno fino a quando l’impasto si stacca dalle pareti. Facciamo asciugare ancora per pochissimi minuti e poi travasiamo l’impasto in una ciotola. Lavoriamo con le fruste la pasta per farle perdere un po’ di calore e, quindi, aggiungiamo le uova.

All’inizio solo le prime due e facciamole assorbire all’impasto fino a quando si presenterà omogeneo. Quindi, il resto poco per volta. La qualità delle uova, la tipologia della farina influenzerà le caratteristiche dell’impasto che sarà pronto quando, sollevato con una spatola, ricadrà sul fondo come un nastro continuo e pesante. Potrebbe essere necessario aggiungere ancora dell’uovo.

Ma, in questo caso, prendiamo l’uovo, apriamolo e mescoliamolo con una forchetta utilizzando solo la quantità necessaria. Ultimiamo con la quantità di lievito indicata che in genere non è necessaria ma che, in questo caso, contribuisce a rendere vuoto l’èclair. Inseriamo l’impasto in una sac à poche dotata di beccuccio liscio e distribuiamo i beignets in ordine regolare. Cerchiamo di mantenere la sacca con un’inclinazione di circa 45° rispetto alla teglia evitando la formazione della punta in superficie. Creiamo dei bastoncini lunghi circa 14/ 16 cm, non meno.

Una delle cose importanti da farsi nella preparazione dell’impasto degli èclaire è quella di imburrare le teglie. L’importante è velare la teglia in modo uniforme ed asportare l’eccesso di grasso con un panno di carta. La temperatura del forno è alta: 200-220°C a sportello chiuso. Almeno nei primi minuti di cottura, cioè fino allo sviluppo della pasta e alla comparsa di una leggera colorazione. Poi, diminuiamo il grado di temperatura per consentire al dolce di asciugarsi.

Prepariamo la glassa bianca e gialla: poniamo gli albumi in una ciotola insieme a qualche goccia di limone, azioniamo le fruste e quando l’albume sarà ben montato versiamo nella ciotola poco alla volta lo zucchero a velo ben setacciato. Continuiamo a lavorare la glassa con le fruste fino a che lo zucchero a velo sarà completamente amalgamato ottenendo una glassa omogenea e senza grumi.

Dividiamo il composto in due e per ottenere il colore giallo aggiungiamo ad una delle due metà le bustine di zafferano. Prepariamo la glassa al cioccolato: versiamo in una casseruola la panna, l’acqua, lo zucchero e il cioccolato. Scaldiamo a fiamma media fino a completo scioglimento.

Portiamo al bollore poi riduciamo l’intensità della fiamma e facciamo addensare finché la salsa diventa densa e velerà il cucchiaio. Il tempo necessario sarà certamente non inferiore a circa 10′-15′. Assembliamo gli éclairs: pratichiamo sul fondo degli éclairs tre fori con un beccuccio. Inseriamo la crema servendosi di una sac à poche.

Quindi, intingiamo la parte superiore dell’éclaire nella glassa al cioccolato, o bianca o gialla, facendo colare l’eccedenza (in alternativa, gli éclairs possono essere tagliati in due con un coltello seghettato. Farciti con un beccuccio sprizzato a stella e coperti con la parte restante). Decoriamo a piacere utilizzando perline argento, meringhette, riccioli di cioccolato, lamponi o ribes, menta fresca, fiori edibili.

Video della ricetta Eclair per Dolci dopo il tiggì

Ecco il video della ricetta “Eclair” tratta dal programma Dolci dopo il tiggì in onda tutti i giorni dal lunedì al sabato su Rai Uno!

Se la ricetta “Eclair” del programma tv “Dolci dopo il tiggì” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.

Check Also

Ricette all'italiana - ricetta La scafata di Anna Moroni

Ricette all’italiana | La scafata ricetta Anna Moroni

Ingredienti, procedimento e video della ricetta La scafata di Anna Moroni per la trasmissione Ricette all'italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.