<script async src="//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"></script> <script> (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-2153319944267299", enable_page_level_ads: true }); </script>

Detto Fatto | Nella pancia del calamaro ricetta Ilario Vinciguerra

Dopo la ricetta del Plumcake cioccolato e pere con sorpresa proposta da Franco Aliberti, è stata poi la volta del tutor e chef stellato Ilario Vinciguerra, protagonista del secondo spazio dedicato alla cucina della puntata di venerdì 9 marzo della trasmissione di cultura e spettacolo di Rai Due dal titolo Detto Fatto condotta dalla simpaticissima e bellissima Caterina Balivo, rivisitare e dare la propria firma ad un tradizionale secondo piatto di pesce, il calamaro ripieno che chef Vinciguerra ha preparato farcendolo con delle trigliette, acquadelle e gamberetti fritti in precedenza.

Detto Fatto - Nella pancia del calamaro ricetta Ilario Vinciguerra

Foto tratta dalla trasmissione di cucina Detto Fatto in onda su Rai Due

Ecco quindi nel dettaglio gli ingredienti e la preparazione di questa gustosa ricetta dal titolo Nella pancia del calamaro che Ilario Vinciguerra ha cucinato per noi nel corso della trasmissione di cucina dal titolo Detto Fatto in onda su Rai Due!

Durata ricetta Nella pancia del calamaro: 60 min

Ingredienti

  • 4 calamari,
  • 100 g trigliette piccole,
  • 100 g acquadelle,
  • 100 g gamberetti piccoli,
  • 100 g lattuga di mare,
  • 50 g nero di seppia,
  • 125 g farina 00,
  • olio evo,
  • sale e pepe,
  • olio per friggere

Procedimento della ricetta Nella pancia del calamaro da Detto Fatto

Puliamo i calamari e li priviamo dei tentacoli. Incidiamo la pancia dei calamari e li scottiamo, insieme ai tentacoli, in padella, con un generoso filo d’olio ben caldo per pochi istanti o il calamaro rischia di diventare gommoso.

In una padella, facciamo sciogliere il nero di seppia con un po’ d’acqua. Puliamo gli altri pesci, ovvero le trigliette, le acquadelle ed i gamberetti. Passiamo i pesci puliti nella farina e li sbattiamo all’interno di un setaccio, in modo da eliminarne l’eccesso.

Tuffiamo in olio bollente e facciamo friggere per pochi istanti. Scoliamo e facciamo asciugare su carta assorbente. Saliamo. Friggiamo anche la lattuga di mare, senza infarinarla.

‘Sporchiamo’ il piatto con il nero di seppia. Adagiamo sopra i calamari con i loro tentacoli. Inseriamo nella pancia del calamaro i pesci fritti e decoriamo con la lattuga di mare fritta e croccante.

Video della ricetta Nella pancia del calamaro da Detto Fatto

Dopo avervi mostrato gli ingredienti e il procedimento per preparare questa gustosa ricetta non ci resta altro da fare che mostrarvi il video della ricetta Nella pancia del calamaro! Se non riesci a vedere il video postato qui di seguito, il problema potrebbe essere dovuto al fatto che stai bloccando il sito Cucina in Tv con un software Adblock. Per vedere il video e per aiutarci a crescere e a continuare a fornirti ricette interessanti e gustose ti chiediamo la cortesia di disabilitare Adblock solo per questo sito.

Se la ricetta “Nella pancia del calamaro” di Ilario Vinciguerra tratta dal programma tv “Detto Fatto” vi è piaciuta e l’avete cucinata anche voi, lasciate il vostro commento e datele il vostro voto, saremo ben contenti di riportare le vostre opinioni.

Sommario
recipe image
Nome della ricetta
Nella pancia del calamaro
Autore
Pubblicato il
Tempo per la preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
Dopo la ricetta del Plumcake cioccolato e pere con sorpresa proposta da Franco Aliberti, è stata poi la volta del tutor e chef stellato Ilario Vinciguerra, protagonista del secondo spazio dedicato alla cucina della puntata di venerdì 9 marzo della trasmissione di cultura e spettacolo di Rai Due dal titolo Detto Fatto condotta dalla simpaticissima ...

Review Overview

Ti è piaciuta questa ricetta? Lascia il tuo voto!

User Rating: Be the first one !
0

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.